Confermato il trend positivo del dipartimento di Fotografia con il suo miglior risultato di sempre

Miglior risultato di sempre per il dipartimento di Fotografia di Finarte, con un fatturato di circa 280.000 €.

L’asta di Fotografia di Finarte ha visto un inizio dinamico, con una sala piena e attiva fin dai primi lotti. Ottimo risultato di Helmut Newton che aggiudica i lotti 1, 2 e 8 rispettivamente a 9.375, 5.000 e 5.250 € e dell’opera di Lisetta Carmi dalla serie I Travestiti che, con un’aggiudicazione di 2.500 €, fissa il record assoluto per la fotografa genovese.

La prima sessione pomeridiana entra nel vivo con i fotografi italiani: Mario Giacomelli (il bellissimo ritratto Mia madre al lotto 22 viene aggiudicato a 5.750 € partendo da una stima di 1.800-2.200 €), Massimo Vitali (entrambi i lotti in asta superano la stima massima) e, soprattutto Luigi Ghirri. Il maestro di Scandiano sembra la vera star della prima tornata con tutti e quattro i lotti aggiudicati che culminano con il lotto 34, Sabbioneta, venduto per 9.375 €. L’asta mantiene un ritmo molto alto con un altro record assoluto al lotto 43, il bel lavoro di Silvia Camporesi viene aggiudicato a 5.250 €, e due record italiani al lotto 40 con Minkkinen e al lotto 118 con Wolfgang Tillmans.  Altri autori stranieri che ottengono ottime aggiudicazioni sono Gregory Crewdson (lotto 44, 5.000 €), Sandy Skoglund (lotto 47, 4.375 €) e Nan Goldin. Di quest’ultima il lotto 193, dopo numerosi rilanci tra sala e telefoni, si assesta a 10.000 €, raddoppiando la stima di catalogo.

 

Nella sezione dedicata alla collezione Mario Trevisan, spicca il lotto 235 di Arnulf Rainer che, con una stima di 13.000 – 16.000 € viene addirittura venduto a 20.000 €.

Si segnalano inoltre alcune ottime aggiudicazioni di autori, mai battuti fino a questo momento in Italia, che evidenziano il tentativo di Finarte di penetrare un mercato internazionale: il poetico scatto Mains di Jaques-André Boiffard al lotto 210 viene venduto a 4.375 € e l’opera di Styrsky due lotti dopo a 6.500 €.

Tra gli italiani presenti nella seconda tornata buone performance per Mimmo Jodice (lotto 248, 6.000 €), Nino Migliori con l’iconico Tuffatore (lotto 221, sempre 6.000 €) e per la rara stampa 70 x 100 cm di Mario Giacomelli al lotto 241, venduta per 5.750 €.

Notizie relative