Un’asta dedicata alla storica Galleria “La Tartaruga” di Roma

Finarte presenta l’asta dedicata alla storica galleria romana di Plinio De Martiis e Ninnì Pirandello che si terrà a Roma il 14 Maggio a Palazzo Odescalchi.

Lotto 135: GIOSETTA FIORONI - "Senza titolo - Per Paola", 1965 (dettaglio)


L’importante asta di Arte Moderna e Contemporanea in calendario da Finarte a Roma sarà divisa in due giornate quelle del 14 e 15 Maggio.

La sessione del 14 Maggio sarà interamente dedicata alla storica Galleria La Tartaruga, di Plinio De Martiis e Ninnì Pirandello.

L’asta dedicata alla Galleria La Tartaruga ne ripercorre l’attività sin dal suo esordio in via del Babuino 196, il 25 febbraio 1954 con una mostra dedicata a Honorè Daumier (di cui si presenta una litografia esposta allora), fino a buona parte degli Anni’70 con una maggiore attenzione agli Anni ’60, che la resero famosa nel mondo.

Nella nuova sede di Piazza del Popolo 3, dal 1963, La Tartaruga fu infatti per tutti gli Anni ’60 il punto di riferimento per il gruppo di giovani artisti della Pop italiana, meglio nota come Scuola di Piazza del Popolo: Angeli, Ceroli, Festa, Fioroni, Kounellis, Lombardo, Mambor, Pascali, Schifano e Tacchi.

Di tutti questi artisti, l’asta presenterà opere su tela o su carta, come il piccolo ma preziosissimo Monocromo bianco di Mario Schifano del 1961, smalto e collage su carta, cm 34 x 33 (stima € 20.000 – 30.000), l’elegante tela di Giosetta Fioroni, Senza titolo de 1965 eseguita con la particolare vernice argento, utilizzata dall’artista in questi anni, cm 40×50 (stima € 20.000 – 30.000) o l’interessante Disegno n° 13 di Tano Festa del 1961, tecnica mista su carta, proposto con stima € 7.000 – 10.000.

Plinio De Martiis con la sua Galleria La Tartaruga, collaborò con molti galleristi italiani ed esteri, primi fra tutti Leo Castelli e Ileana Sonnabend, fu promotore dell’esordio di artisti internazionali come Jannis Kounellis e Cy Twombly, di cui si presentano alcuni lavori come il disegno di Jannis Kounellis  utilizzato per la copertina del catalogo della mostra personale alla Galleria La Tartaruga nel 1964 e quello eseguito da Cy Twombly per la realizzazione dell’invito/locandina, alla sua prima personale del 1958.

Negli Anni ’70 la galleria si trasferì in altre sedi, dove seguitò ad ospitare mostre, eventi ed happenings, tipici di quegli anni; di questa fase si conservano opere di Agnetti e Notargiacomo, mentre della profonda amicizia che legava Plinio De Martiis a Enrico Castellani, spesso da lui ospite nella bella tenuta di Bolsena, resta una elaborata Superficie bianca su tela del 2003 stimata € 150.000 – 200.000.

L’asta presenterà inoltre una selezione di fotografie che ben rappresentano l’attività di fotografo di Plinio De Martiis, con 26 celebri scatti fatti agli amici artisti e poi numerosi manifesti, brochures e inviti che documentano minuziosamente l’attività della galleria ed alcune inedite sorprese, venute alla luce di recente, come il menabò eseguito da Gerhard Richter, per il catalogo della sua prima mostra personale europea, alla Galleria La Tartaruga, nel 1966, con fotografie e iscrizioni autografe, presentato in vendita con stima € 30.000 – 40.000.

 

ASTA
14 e 15 maggio 2018
Piazza SS. Apostoli, 80

PRIMA TORNATA – 14 MAGGIO (lotti 1-235)
Opere dalla Collezione della Galleria la Tartaruga
ore 16:00

SECONDA TORNATA – 15 MAGGIO (lotti 236-432)
Arte Moderna e Contemporanea
ore 16:00

ESPOSIZIONE
Da venerdì 10 a lunedì 13 maggio
Dalle ore 10:00 alle 18:00

Martedì 14 e mercoledì 15 maggio
Dalle ore 10.00 alle 13.00