Precedente / Successivo

Arte figurativa tra XIX e XX Secolo

mercoledì 08 giugno 2022 • Milano

218

Francesco Inganni

(Brescia 1793 - Como 1873)

L'uscita dall'arca di Noè dopo il Diluvio Universale, 1847

Stima

€ 15.000 - 20.000

Lotto venduto

€ 52.340

I prezzi di vendita comprendono i diritti d'asta

Informazioni

olio su tela
cm 139 x 192

firmato e datato in basso a destra: Franc.o Inganni fece / 1847

Sul retro, al centro sul telaio, antica scritta a penna: Francesco Inganni.


Ricordato dalle fonti dell'epoca e successivamente dato come disperso da tutti i repertori sino ai nostri giorni, il capolavoro di Francesco Inganni viene ora, per la prima volta, riportato alla luce. Basterà rileggere la recensione apparsa su Il Pirata, giornale di letteratura, belle arti e teatri in data 18 settembre 1847 per cogliere la meraviglia del dipinto che, va considerato a tutti gli effetti, non solo il capolavoro dell'artista, ma del genere nella pittura lombarda di metà Ottocento: "Francesco Inganni espone anche in quest'anno degli animali meritevoli di tutti gli elogi, e quello ch'è più, dà loro un'aria storica, mischiandoli con argomenti gravi, e che han la sanzione del tempo, come p. e. coll'Arca di Noè e la Creazione del Mondo. Dipingere animali morti dev'essere facile cosa, difficilissima dipingerli vivi, e in maggior numero sieno quindi tributati al sig. Francesco Inganni i nostri encomii. Noi non lo diremo un genere affatto nuovo, ma certamente da pochi messo in pratica, e che poi nuovissimo diventa, quand'è toccato da tanta diligenza, con tanto amore, con tanta verità. Dovrebbe divenire di moda, specialmente là dove si tratti di ameni gabinetti o di camere di campagna. E' genere che fa allegria...e d'allegria all'età nostra vi ha scarsità" (R., Belle Arti, Pubblica esposizione di Brera del 1847, in "Il Pirata, giornale di letteratura, belle arti e teatri", 18 settembre 1847, A. XIII, n. 34). Sul dipinto si susseguirono poi leggende circa il suo destino, compreso quello suggerito da Comanducci: "Nelle esposizioni di Milano furono apprezzati i suoi quadri rappresentanti gruppi di animali e il gran dipinto L'uscita dall'arca di Noé dopo il Diluvio Universale, che venne acquistata da un collezionista straniero." (A.M. Comanducci, Dizionario illustrato dei pittori, disegnatori e incisori italiani moderni e contemporanei, 1972, Vol. 3; L. Anelli, Francesco Inganni, pittore di caggiagione morta, in Civiltà bresciana, n. 3 (1994), pp. 52-54). Il repertorio sontuoso dispiegato da Inganni abbraccia una salda tradizione da Dürer a Rubens reinventandola in punta di pennello con una maestria lenticolare che finalmente possiamo ammirare de visu.
Si allega dichiarazione di autenticità su fotografia di Bruno Lorenzelli, Bergamo.

Provenienza

Galleria Lorenzelli, Bergamo;
collezione privata, Bergamo.

Esposizione

Milano, Pubblica Esposizione di Brera, 1847.

Contatta il dipartimento

ottocento@finarte.it 02 3363801 - 06 6791107 Scrivici su Whatsapp

Altri lotti

Marina di Torre Annunziata
206

Ercole Calvi

Marina di Torre Annunziata

Stima € 8.000 - 10.000

Base d'asta € 8.000

In Val Camonica
207

Federico Moia

In Val Camonica, 1842

Stima € 9.000 - 12.000

Base d'asta € 9.000

Disgelo a Venezia
208

Eugenio Cecchini Prichard

Disgelo a Venezia

Stima € 10.000 - 15.000

Base d'asta € 10.000

Giacomo Puccini
209

Alberto Dressler

Giacomo Puccini, 1913

Stima € 1.000 - 1.500

Base d'asta € 1.000

Dieci in filosofia (a pieni voti)
210

Luigi Conconi

Dieci in filosofia (a pieni voti)

Stima € 8.000 - 12.000

Base d'asta € 8.000

Spiaggia a Bordighera
211

Pompeo Mariani

Spiaggia a Bordighera

Stima € 4.500 - 6.000

Base d'asta € 4.500

Continua a sfogliare il catalogo