Gioielli, Orologi e Argenti: un’asta ricca di novità

Un catalogo ricco composto da 832 lotti che attraversano tutti i periodi storici e stilistici della gioielleria.

Lotto 432: VAN CLEEF & ARPELS - Anello in oro 18k e diamanti


L’asta di gioielli che verrà battuta a Milano il 28 e 29 Maggio 2019 presso la nuova sede di Finarte in via Paolo Sarpi 6 si preannuncia ricca di novità. Prima fra tutte la possibilità per la clientela di Finarte di poter partecipare in tempo reale sia dalla sala di Milano sia dal quella di Roma in Piazza SS Apostoli 80 tramite collegamento audio e video che darà la possibilità al banditore di raccogliere e gestire contemporaneamente le offerte provenienti dalle due città.

La seconda novità è quella di poter presentare alla clientela nazionale ed internazionale un vasto assortimento di gioielli, orologi e argenti provenienti da ogni parte d’Italia dato che Finarte dopo l’acquisizione strategica della casa d’asta Minerva Auctions di Roma è ormai in grado di far fronte a tutte le numerose richieste di inserimento in asta   provenienti da ogni regione d’Italia.

Il risultato è un catalogo molto ricco composto da 832 lotti, vengono attraversati tutti i periodi storici e stilistici della gioielleria.

Si parte dall’800 proprio dal lotto 1, una parure in oro 18k stimata € 2.000 – 3.000, sempre dello stesso periodo il lotto 459, una spilla in oro 18k stimata € 1.500 – 2.00 e anche il lotto 482, un anello in argento, perla coltivata e diamanti stimato euro € 600 – 900.

Per passare poi alle lavorazioni in argento e oro e la raffinatezza dei gioielli del 1920: il lotto 509, bracciale in oro bianco con diamanti e smeraldi, stimato € 4.400 – 6.400, il lotto 179 bracciale art decò in platino e zaffiri stimato € 6.000 – 9.000, fino alla geometria delle linee ed i suoi accostamenti cromatici del Decò con il lotto 442, spilla in oro bianco, stimata € 3.000 – 5.000.

Si arriva poi agli anni ’40 e ’50 (lotto 111: un bracciale in citrini e diamanti stimato € 800 – 1.200), passando attraverso alcuni gioielli di produzione tra il ’60 e ’70 (tra cui il lotto 463, una collana in platino e diamanti degli anni 1950-60 stimata € 3.000 – 5.000) per arrivare fino agli anni ’80  ricchi di valore intrinseco (il lotto 76 a esempio, una collana in oro zaffiro e diamanti anni 1980 circa stimata € 2.000 – 4.000, il lotto 480, un’importante demi-parure in oro bianco e tanzaniani stimata € 30.000 – 50.000).

E si conclude infine con la gioielleria contemporanea: il lotto 68 è bracciale in oro 18k e diamanti stimato euro 9.000 – 14.000, il lotto 493 una spilla in oro bicolore, diamanti, rubini e smeraldi stimata € 1.200 – 2.200.

Un catalogo completo anche per quanto concerne l’aspetto gemmologico con:

  • zaffiri: lotto 436, un anello in oro bianco e zaffiro stimato € 7.500 – 10.000;
  • rubini Birmani: lotto 422, un anello in platino, rubino e diamanti stimato € 45.000 – 65.000, lotto 433 un anello con rubino stimato € 20.000 – 30.000,  lotto 520, un anello di Bulgari stimato € 7.000 – 10.000;
  • smeraldi: lotto 473, bracciale in oro bianco, diamanti e smeraldi stimato € 16.000 – 22.000, lotto 523 anello in oro bianco, smeraldo e diamanti stimato  € 22.000 – 32.000;
  • coralli: lotto 198, collana in oro 18k e corallo XIX secolo, stimata 1.500 – 2.500 euro,  lotto 595, un’altra collana stimata € 3.000 – 5.000;
  • diamanti di varie forme: lotto 487, anello in oro bianco e diamante stimato € 6.000 – 9.000;
  • diamanti con tagli  di importanti carature: lotto 435, anello in oro bianco e diamante CT 7,70 ca, alcuni accompagnati da certificazione gemmologiche di primari istituti.

Non dimentichiamo poi le tanto ricercate firme come David Webb (lotto 499, un bracciale in oro bicolore, smalto nero, smeraldi e diamanti stimato € 10.000 – 15.000 e il lotto 501, una spilla in oro bicolore 18k, zaffiri, corallo, madreperla e diamanti), Buccellati (lotto 829, centrotavola in argento stimato € 2.000 – 3.000), Boucheron (lotto 500, un pendente in oro bicolore 18k, smeraldi diamanti e perla barocca stimato € 7.000 – 12.000), Bulgari (lotto 423, una collana in oro 18K stimata € 10.000 – 15.000; lotto 457, una collana in oro 18k, perle coltivate pietre colorate e diamanti stima € 15.000 – 25.000), Cartier (lotto 695, una penna stilografica con orologio stimata € 1.700 – 3.000 euro), Fontana (lotto 445, un’importante collana in oro bianco 18k e zaffiri stimata € 70.000 – 100.000), Pomellato (lotto 237 ,una collana in oro bicolore 18k stimata € 4.800 – 6.800), Van Cleef & Arpels (lotto 432, un anello in oro 18k e diamanti stimato € 23.000 – 33.000), per gli orologi Rolex (lotti 777 e 778 stimati rispettivamente € 9.000 – 15.000 e € 11.200 – 16.000), Patek Philippe (lotti 271 e 776 stimati rispettivamente € 3.500 – 5.500 e € 13.000 – 18.000),  Breguet (lotto 769 stimato € 6.800 – 10.000), Vacheron & Constantin (lotto 753 stimato € 2.500 – 3.500), Gerald Genta (lotto 741 stimato euro 1.200 – 1.800),  IWC (lotto 752 stimato € 2.800 – 3.800), Jaeger Le Coultre (lotto 756 stimato € 2.000 – 3.000), Audemars Piguet (lotto 256 stimato euro 700 – 1.200) e tanti altri.


ASTA
28-29 maggio
Via Paolo Sarpi, 6 – Milano
(come raggiungerci)

PRIMA TORNATA – 28 MAGGIO (lotti 1 – 265)
Gioielli e Orologi
ore 10:30

SECONDA TORNATA – 28 MAGGIO (lotti 266 – 596)
Gioielli e Orologi
ore 15:00

TERZA TORNATA – 29 MAGGIO (lotti 597 – 832)
Gioielli, Orologi e Argenti
ore 15:00

IMPORTANTE AVVISO ALLA CLIENTELA
Si informa la Spettabile clientela che l’asta si terrà presso la sala della sede di Milano in via Paolo Sarpi 6 ed in contemporanea tramite apposito collegamento audiovisivo, con la sala della sede di Roma Palazzo Odescalchi in Piazza SS Apostoli 80, con battitore. Si ricorda che è altresì possibile partecipare all’asta, oltre che di persona in una delle due sale, sia per via telefonica, scritta o on-line.