Precedente / Successivo

Padova Finarte / Automobili da collezione

venerdì 25 ottobre 2019 • Padova

45

Porsche

Porsche 964 Carrera 4 Cabriolet (Porsche), 1991

Lotto proveniente da impresa

Stima

€ 57.000 - 65.000

Un utente ha offerto

La tua offerta è la più alta

Informazioni

telaio no WPOZZ967ZMS452888 - motore no. 62M10120
  • Stato della carrozzeria: eccezionale.
  • Da sempre tagliandata presso centri Porsche.
  • Basso chilometraggio.
  • Interni perfetti, conservati.
  • Sicuro investimento.

Certificati ed Attestati
Certificato d’origine Porsche
Documenti
Immatricolazione e targhe italiane in ordine, d’origine.
Eleggibilità
Porsche Parade. Eleggibile
Porsche Festival. Eleggibile
Tutti gli eventi Porsche club.

Provenienza

Il modello Annunciata ufficialmente nel Novembre del 1988, la nuova versione di Porsche 911 prende il nome dal progetto, 964, e segna una vera rivoluzione nei modelli della casa tedesca, infatti la nuova 911 viene assemblata con oltre l'80% di nuovi componenti. Il modello vedrà la luce nel 1989 con un telaio completamente ridisegnato: la 964 segna la fine delle barre di torsione, presenti sui modelli Porsche dal 1963, in favore delle molle elicoidali; l'impianto frenante, rivisto anch’esso con dischi freni autoventilanti da 298 mm (anteriori) e 299 mm (posteriori) deriva dalla 928 S4 ed è dotato del sistema antibloccaggio ABS Bosch. Anche il propulsore è totalmente nuovo, sempre boxer a 6 cilindri, siglato M64/01 con una capacità di 3.6 litri, dotato di un nuovo basamento in lega leggera e doppia accensione, con una potenza massima portata a 250 hp a 6.100 rpm ed una coppia di 310 Nm a 4.800 rpm. Nuovo anche il cambio a 5 rapporti tipo G64/00, con differenziale posteriore in blocco e, nella versione Carrera 4, con rinvio per quello anteriore, entrambi comandati elettronicamente. Altra peculiarità tecnica della 964 a trazione integrale è la possibilità di bloccare i differenziali manualmente, tramite un comando all’interno dell’abitacolo, in modo da aumentare la trazione sul terreno, permettendo alla vettura di districarsi anche nelle situazioni di scarsa aderenza (ma il sistema automatico riprende il controllo superati i 40 Km/h). La 964 Carrera 4 è riconosciuta da molti appassionati come una delle migliori Porsche sulla neve, in grado di far fronte anche condizioni proibitive normalmente per una sportiva di questo tipo. Esternamente, la 964 presenta un nuovo disegno dei paraurti anteriori e posteriori, dei veri e propri scudi costruiti in materiale plastico. Sul cofano motore, è installato un piccolo spoiler a comando elettrico, mentre tra le luci posteriori rimane la, ormai tradizionale, fascia di raccordo riflettente rossa con la scritta Porsche. La versione Cabriolet della nuova Porsche 911 debutta nel 1990, nel cosiddetto programma L, sempre nell’ambito del progetto 964. La versione scoperta, disponibile sia in versione Carrera 2 che Carrera 4 debutta sul mercato assieme alla più “conservatrice” versione Targa. La versione cabriolet presenta una capote in tessuto ripiegabile con comando automatizzato e lunotto in plastica. Nello stesso anno, Porsche lancia il nuovo cambio automatico a 4 rapporti Tiptronic, disponibile solo per le Carrera 2. La Porsche 964 rimase in produzione fino al 1994 con leggere modifiche alla linea e aggiornamenti nella dotazione, come gli airbag, nel 1991.La 964 Carrera 4 è la massima espressione della Porsche 911 come auto sfruttabile tutti i giorni dell’anno in ogni condizione di clima e di strada: l’aria condizionata, il tetto apribile e il deflettore per l’interno permettono di godersi a pieno la Cabriolet nelle giornate d'estate, senza fastidiosi fruscii aerodinamici o di accaldarsi sotto il sole come accade con altre vetture storiche. In inverno, se dotata di opportuni pneumatici da neve, la 964 Carrera 4 è utilizzabile anche nelle giornate con le strade ricoperte di neve o ghiacciate: grazie alla sua formidabile trazione integrale l'auto garantisce un comportamento molto sicuro anche sul manto nevoso ed è in grado di affrontare, senza particolari problemi, percorsi tortuosi in condizioni impegnative. E, se la Porsche 911 è la sportiva capace di lunghe percorrenze in souplesse, la versione Carrera 4 elimina anche l’attenzione necessaria al volante sul bagnato, necessaria nella guida della versione a trazione posteriore.
L'auto
La Porsche 911 telaio no. WPOZZ967ZMS452888, fa parte degli esemplari realizzati nel 1991, la prima serie della 911 tipo 964. L’auto è corredata di libretto di uso e manutenzione del periodo, e ha superato il famoso esame detto “111 controlli”: 111 esami fatti dalla casa madre per controllare lo stato della vettura ed è completata da una ricca documentazione sui tagliandi eseguiti dal 1991 fino ad oggi, tutti fatti presso i centri Porsche. La vernice di 28 anni fa, non presenta alcun segno di scolorimento o usura, gli interni sono nella loro pelle originale in una squisita condizione conservata. La capote in tessuto ad azionamento automatico, particolarità della 964, rende molto agevole l’apertura e la chiusura del tetto in tela, il rivestimento in tessuto è in perfetto stato, senza strappi o scolorimenti. I cerchi sono gli originali di serie della 964 con una misura di gomme ormai molto comune e di costo ragionevole. La serie 964 ha da poco “compiuto” 30 anni e quindi, in Italia, gode di tutte le agevolazioni fiscali per le auto d’epoca, tra cui l’esenzione del bollo.
Stato dell’Arte 


Conservata, in ottimo stato.

Bibliografia

  •  Lothar Boschen, Jurgen Barth, Porsche un successo, Libreria Dell'automobile, Milano 1987.
  • Mauro Borella, Porsche 911 1963-1998, Giorgio Nada Editore, Milano 2011.
  • Sigmund Walter, Joerg Austen, Porsche 911, Evoluzione e Tecnica dal 1963 a oggi, Giorgio Nada Editore, Milano 2009.-
  • Joerg Austen, Porsche 911, Rally e Competizione, Giorgio Nada Editore, Milano 2008.
  • Andreas Gabriel, Porsche 964 30 years 1988 - 2018, Berlin Motor books, 2018 GER-ENG

Contatta il dipartimento

automotive@finarte.it 02 33638028 Scrivici su Whatsapp

Condition report

Per richiedere un condition report contattare automotive@finarte.it Il dipartimento fornirà un rapporto generale sullo stato del bene sopra descritto. Si ricorda però che quanto dichiarato da Finarte rispetto allo stato di conservazione dei beni corrisponde unicamente a un parere qualificato e che i nostri esperti non sono restauratori professionisti. Per una relazione dettagliata consigliamo quindi di rivolgersi a un restauratore di vostra fiducia. Si consiglia ai potenziali acquirenti di ispezionare ogni lotto per accertarsi delle condizioni durante le giornate di esposizione come indicato in catalogo.

Altri lotti

Mercedes-Benz 350 SD (Mercedes-Benz)
44

Mercedes-Benz

Mercedes-Benz 350 SD (Mercedes-Benz), 1991

Stima € 13.000 - 17.000

Base d'asta € 13.000

 Ferrari 512 TR (Pininfarina)
46

Ferrari

Ferrari 512 TR (Pininfarina), 1992

Stima € 178.000 - 185.000

Base d'asta € 178.000

Lancia Delta Integrale Martini 5 (Lancia)
47

Lancia

Lancia Delta Integrale Martini 5 (Lancia), 1992

Stima € 110.000 - 130.000

Base d'asta € 110.000

Qvale A.G. Mangusta
48

Qvale

Qvale A.G. Mangusta, 1999

Stima € 70.000 - 75.000

Base d'asta € 70.000

Ferrari 512 TR (Pininfarina)
49

Ferrari

Ferrari 512 TR (Pininfarina), 1993

Stima € 160.000 - 180.000

Base d'asta € 160.000

Ferrari 575M Maranello (Pininfarina)
50

Ferrari

Ferrari 575M Maranello (Pininfarina), 2003

Stima € 145.000 - 175.000

Base d'asta € 145.000

Abarth Zerocento (Abarth)
51

Abarth

Abarth Zerocento (Abarth), 2009

Stima € 20.000 - 22.000

Base d'asta € 20.000

BMW M4 DTM Champion Edition (BMW)
53

BMW

BMW M4 DTM Champion Edition (BMW) , 2016

Stima € 165.000 - 180.000

Base d'asta € 165.000

Porsche 911 GT3 RS  Weissach Package (Porsche)
54

Porsche

Porsche 911 GT3 RS Weissach Package (Porsche), 2018

Stima € 240.000 - 280.000

Base d'asta € 200.000

 Mercedes-Benz SLR McLaren (Mercedes-Benz)
55

Mercedes-Benz

Mercedes-Benz SLR McLaren (Mercedes-Benz), 2006

Stima € 350.000 - 380.000

Base d'asta € 350.000

Continua a sfogliare il catalogo