Precedente / Successivo

Dipinti e Disegni Antichi

martedì 25 maggio 2021 • Roma

132

Francesco Simonot, detto Francesco Borgognone

(1660 - Roma 1733)

La predica del Battista

Stima

€ 12.000 - 18.000

Un utente ha offerto

La tua offerta è la più alta

Informazioni

olio su tela
cm 105 x 171

Il dipinto è corredato da una lettera del professor Claudio Strinati, datata 26 gennaio 2021, che avanza la presente attribuzione e data l'opera alla produzione giovanile di Francesco Simonot, nel decennio 1680-1690. 

Specializzatosi nel genere del paesaggio arcadico e pastorale, Francois Simonot, detto anche Monsù Francesco Borgognone, appartenne alla comunità degli artisti forestieri impegnata a Roma a partire dalla seconda metà del Seicento per la nobiltà dell’Urbe nella decorazione dei palazzi cittadini e delle residenze di campagna. Spesso le sue opere sono state in passato riferite a Jan Frans van Bloemen, per le indubbie analogie stilistiche e compositive, fino allo studio dei Michel che hanno riscoperto l’attività del pittore francese nella città papale attraverso i documenti inventariali dell’epoca (cfr. G. e O.Michel, La décoration du Palais Ruspoli en 1715 et la redécouverte de Monsù Francesco Borgognone, in “Mélanges de l’école française de Rome”, 1977,89-1, pp. 265-340). Secondo un gusto nuovo e moderno, attento alle suggestioni atmosferiche piuttosto che ai modelli classicisti ideati dai Carracci, il Borgognone dipinse le “boscareccie” per il cardinale Pietro Ottoboni nel suo Palazzo della Cancelleria, insieme al cognato Christian Reder. Ottenne incarichi dai Chigi e dai Rospigliosi, per cui dipinse a tempera scene di caccia nel Castello a Maccarese, e dai Falconieri nella villa a Frascati, in collaborazione con Pier Leone Ghezzi, che ne lasciò anche un intenso ritratto caricaturale (Biblioteca Vaticana). 

Contatta il dipartimento

dipintiantichi@finarte.it 06 87765638 Scrivici su Whatsapp

Condition report

Per richiedere un condition report contattare dipintiantichi@finarte.it Il dipartimento fornirà un rapporto generale sullo stato del bene sopra descritto. Si ricorda però che quanto dichiarato da Finarte rispetto allo stato di conservazione dei beni corrisponde unicamente a un parere qualificato e che i nostri esperti non sono restauratori professionisti. Per una relazione dettagliata consigliamo quindi di rivolgersi a un restauratore di vostra fiducia. Si consiglia ai potenziali acquirenti di ispezionare ogni lotto per accertarsi delle condizioni durante le giornate di esposizione come indicato in catalogo.