Precedente / Successivo

Gioielli, Orologi, Argenti e Monete

lunedì 18 novembre 2019 • Milano

190

Rolex

Rolex Oyster Cosmograph, ref. 6263, 1969 circa

seriale n 23xxxxx, cassa rotonda in oro giallo 18K, quadrante di colore nero con contatori a contrasto (champagne), grafica in oro e indici applicati (non coevo ed epoca successiva). Tasti della cronografia a vite (non coevi ed epoca successiva), ghiera tachimetrica con inserto in plastica nero e scale tachimetrica con misurazione della velocità fino a 200 unità per ora MKI (prima serie coeva), fondello a vite ref. 6239 (corretto e coevo), modello transizionale, vetro in esalite. Movimento a carica manuale, calibro 727, numero movimento 1293 ( corretto e coevo), bracciale oyster in oro giallo 18K rivettato con chiusura a scatoletta.

Cenni storici: alla fine del 1969 e fino al 1987 circa, Rolex presenta due nuovi cronografi con referenze 6263 e 6265. Due modelli identici, che si distinguono solamente per la ghiera tachimetrica (in acciaio o in oro con inserto in plastica nera, per il modello 6263, e con ghiera incisa, sia in metallo che in oro per il modello 6265). Entrambe le referenze sono a catalogo in acciaio, in oro 14K e in oro 18K. I cronografi presentano, entrambi, casse oyster, pulsanti della cronografia a vite, corone di carica oyster, twinlock 700 (nelle prime serie) e corone oyster triplock 700 nelle serie successive. Il vetro è in esalite bombato nelle prime serie e poi standard fino a fine produzione. I quadranti, per quanto riguarda i modelli in acciaio sono solitamente di colore argentè con contatori a contrasto, neri oppure neri con contatori a contrasto. Per i modelli in oro i quadranti, con contatori a contrasto, sono di colore nero o champagne. 

Si ringrazia per la realizzazione della scheda tecnica il signor Martino Sassella.


Base d'asta

€ 80.000

Un utente ha offerto

La tua offerta è la più alta

Informazioni

Contatta il dipartimento

gioielli@finarte.it 02 33638025 Scrivici su Whatsapp

Condition report

Per richiedere un condition report contattare gioielli@finarte.it Il dipartimento fornirà un rapporto generale sullo stato del bene sopra descritto. Si ricorda però che quanto dichiarato da Finarte rispetto allo stato di conservazione dei beni corrisponde unicamente a un parere qualificato e che i nostri esperti non sono restauratori professionisti. Per una relazione dettagliata consigliamo quindi di rivolgersi a un restauratore di vostra fiducia. Si consiglia ai potenziali acquirenti di ispezionare ogni lotto per accertarsi delle condizioni durante le giornate di esposizione come indicato in catalogo.