Il valore inestimabile di una bottiglia di buon vino

L'occasione giusta per comprarne una speciale sarà l’asta del 17 maggio dedicata alle migliori e più rinomate produzioni vinicole italiane.

Foto via via Pexels


Nel 2010 nel film Mangia Prega Ama Julia Roberts interpreta la vera storia di Elizabeth Gilbert, ripercorrendone le esperienze vissute tra Italia, India e Indonesia. Una storia semplice di riscoperta personale, che si potrebbe riassumere nei binomi India/Interiorità, Bali/Passione, Italia/piacere.

Non un piacere qualsiasi, ma quello per antonomasia: il piacere del gusto e del palato. E così, durante la permanenza in Italia, la pellicola scorre tra grandi pranzi e cene, un profluvio di piatti e bottiglie a tavola, su una panchina o in un prato, come se quella fosse il vero spirito del nostro paese.

E in effetti, il cibo è per noi legato a una vera e propria ritualità.

Dal pranzo della domenica in cui la tovaglia è abbinata al servizio “buono”, al cestino da picnic, dal Natale con i tuoi a Pasqua con chi vuoi, fino all’aperitivo post ufficio con i colleghi.  Elemento imprescindibile di tutti questi momenti è la presenza di una buona bottiglia di vino.

Foto via <a href="https://www.pexels.com/it-it/foto/bevande-bicchieri-brindare-brindisi-1097425/" target="_blank">via Pexels</a>
Foto via via Pexels.com

Rosso o bianco che sia, portiamo avanti la tradizione ancestrale dei baccanali greci e romani decantati da Ovidio e Omero, dell’ombra di vino a Venezia sotto il campanile di San Marco, del brindisi nell’aia al termine delle fatiche della vendemmia.

Piccoli momenti e gesti che riconfermano la nostra appartenenza a un gruppo, rinsaldando i legami con un brindisi.

Una bottiglia di vino riesce a comunicarci tutto il suo gusto e la sua essenza sia che siamo soli, in coppia o in gruppo perché, come affermava lo scrittore americano Charles Bukowski:

“Quando sei felice bevi per festeggiare. Quando sei triste bevi per dimenticare, quando non hai nulla per essere triste o essere felice, bevi per fare accadere qualcosa”

Un piacere che unisce uomini e donne indistintamente. E “poiché la vita è troppo breve per bere vini mediocri” diceva Johann Wolfgang Goethe, l’occasione giusta per porvi rimedio è l’asta che il 17 maggio a Hong Kong vedrà protagonista il dipartimento di Vini e Distillati di Finarte in collaborazione con Gelardini & Romani Wine Auction.

Un incanto dedicato alle migliori e più rinomate produzioni vinicole italiane, un ventaglio di offerte che testimonia la ricchezza del nostro territorio, da nord a sud. Soprattutto, vini già alla giusta maturazione e pronti per essere bevuti, meditati, gustati. Perché il vino è la poesia della terra. (Mario Soldati)

Prossima asta

Vini e Distillati

Hong Kong, domenica 17 maggio 2020

Catalogo

Sfoglia online - Scarica PDF

Risultati

Visualizza online - Scarica risultati

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere contenuti esclusivi
sulle nostre aste,le esposizioni e gli eventi speciali.

Registrandovi alla nostre newsletter, accettate che le vostre informazioni vengano trasferite a Mailchimp per l'archiviazione.
Per maggiori informazioni sulla privacy di Mailchimp cliccate qui.