Precedente / Successivo

Automotive: Finarte 2020 Selection + 1000 Finarte

da mercoledì 28 ottobre 2020 a venerdì 30 ottobre 2020 • Online

34

Jaguar

XJ 6 Serie I, 1970

Stima

€ 11.000 - 15.000

Un utente ha offerto

La tua offerta è la più alta

Informazioni

telaio no. 1L54377DN

• Appena tagliandata e revisionata.

• Interni in pelle blu navy.

• Targhe nere d’origine.

• Matching numbers.


Documenti
Targhe italiane di prima immatricolazione, in ordine.
Eleggibilità
Giro di Sicilia.
Targa Florio.
Goodwood Revival.
Coppa d’Oro delle Dolomiti.
Coppa delle Alpi by 1000 Miglia.
Winter Marathon.
Nürburgring Classic.

Provenienza

Il modello
La XJ è una berlina di lusso prodotta dalla Jaguar. Nel corso degli anni ne sono state realizzate varie serie; la Serie I è stata prodotta dal 1968 al 1973. Jaguar raccogliendo la sfida di concorrenti emergenti nel settore lusso, dovette progettare ex novo un’auto in grado di sostituire modelli ormai obsoleti. Nacque così il progetto denominato XJ4, come acronimo di eXperimental Jaguar. Il compito fu arduo, bisognava mantenere l'eleganza e il prestigio del marchio ma introdurre novità progettuali tali da realizzare una svolta. Dopo il debutto al Salone dell'automobile di Parigi nel 1968, venne presentata al London Motor Show nello stesso anno. La XJ si ispirava alla precedente 420 ma con una linea più filante e leggera. Il lancio del nuovo modello fu sostenuto da un'adeguata campagna pubblicitaria che in Gran Bretagna vide come testimone lo stesso sir William Lyons, che definiva la XJ «la più bella e raffinata berlina che la Jaguar avesse mai costruito». Il successo, nel corso degli anni, fu grande e duraturo. La XJ Serie I fu l'ultima vettura progettata sotto la direzione del fondatore sir William Lyons. La carrozzeria caratterizzata da linee tese piacque subito. Essa presentava un inedito cofano motore dalle nervature decise e una nuova calandra rettangolare e bassa. Gli interni, più moderni e razionali avevano ridotto la tradizionale opulenza. Dal punto di vista tecnico, la XJ fu un'evoluzione della precedente 420 G con trazione posteriore, sospensioni a ruote indipendenti con bracci trasversali sia anteriormente che posteriormente, sterzo a cremagliera e quattro freni a disco. Molto curata, inoltre, la sicurezza passiva a protezione degli occupanti. Al momento del debutto furono disponibili due motori, entrambi 6 cilindri in linea con distribuzione bialbero. Alla base il 2.8 litri. In vetta alla gamma si poneva la Serie XK da 4.235 cc capace di erogare 245 hp (SAE). In seguito si aggiunse anche un V12 da 5.3 litri. La XJ6 4.2, offriva di serie anche il servosterzo e poteva essere scelta con cambio manuale a 4 rapporti più overdrive o automatico a 3. La Jaguar XJ6 Serie I nella versione 4.2 litri venne prodotta in 58.972 esemplari SWB e 584 LWB.
L’auto
La Jaguar XJ6, con telaio no. 1L54377DN è un esemplare con motore 4.2 litri, matching numbers. L’auto si presenta completamente originale e conservata, in ottime condizioni e con la necessità di qualche ritocco per diventare perfetta. È immatricolata con le sue targhe Torino nere d’origine. È corredata da libretto “a pagine” dell’epoca e da libretto uso e manutenzione originale. È equipaggiata di cambio manuale con overdrive. La verniciatura è argento, mentre gli interni sono nella tradizionale pelle Connolly in una eccezionale ed elegante tonalità blu Navy e sono perfetti. Meccanicamente perfetta, è stata appena tagliandata e revisionata. Molti lavori sono stati eseguiti di recente e documentati, come: pompa frizione, vaschetta recupero liquido radiatore, puntine e condensatore, pompe elettriche benzina, servofreno, etc. Gli pneumatici sono all’80%. Monta un’autoradio Blaupunkt con preselezione FM dell’epoca e cinture statiche.
Stato dell’Arte
Conservata. Ottime condizioni.

Note Specialistiche

Contatta il dipartimento

automotive@finarte.it 02 33638028 Scrivici su Whatsapp

Condition report

Per richiedere un condition report contattare automotive@finarte.it Il dipartimento fornirà un rapporto generale sullo stato del bene sopra descritto. Si ricorda però che quanto dichiarato da Finarte rispetto allo stato di conservazione dei beni corrisponde unicamente a un parere qualificato e che i nostri esperti non sono restauratori professionisti. Per una relazione dettagliata consigliamo quindi di rivolgersi a un restauratore di vostra fiducia. Si consiglia ai potenziali acquirenti di ispezionare ogni lotto per accertarsi delle condizioni durante le giornate di esposizione come indicato in catalogo.

Altri lotti

TR 7 Spider
35

Triumph

TR 7 Spider, 1970

Stima € 8.000 - 12.000

Base d'asta € 5.500

1302
36

Volkswagen

1302, 1970

Stima € 12.500 - 15.000

Base d'asta € 11.000

Fulvia Coupé 1,3 S 2 Serie
37

Lancia

Fulvia Coupé 1,3 S 2 Serie , 1971

Stima € 11.000 - 13.000

Base d'asta € 11.000

A112 ABARTH 58 HP
38

Autobianchi

A112 ABARTH 58 HP, 1973

Stima € 20.000 - 25.000

Base d'asta € 18.000

Typ 181 (Volkswagen)
40

Volkswagen

Typ 181 (Volkswagen), 1976

Stima € 15.000 - 20.000

Base d'asta € 14.000

 1303 Cabriolet (Karmann)
41

Volkswagen

1303 Cabriolet (Karmann), 1976

Stima € 25.000 - 30.000

Base d'asta € 20.000

928
42

Porsche

928, 1977

Venduto € 20.965

Coupé 5S
44

Audi

Coupé 5S, 1982

Venduto € 2.446

924
46

Porsche

924, 1985

Venduto € 11.647

Continua a sfogliare il catalogo