Precedente / Successivo

Automobili da collezione

lunedì 29 novembre 2021 • Online

2

FIAT

1100 B (Fiat), 1949

Stima

€ 110.000 - 160.000

Un utente ha offerto

La tua offerta è la più alta

Informazioni

telaio n. 311918, motore n. 490133
* Ex Mille Miglia 1950, 125° assoluta. * Foto e documenti della gara. * Eleggibile Mille Miglia. Come ex Mille Miglia, ha il massimo di possibilità di essere accettata. * Fiva. * Completamente restaurata nella livrea dell’epoca. * Documenti olandesi.
**Il modello** Molte sono le auto amate per un motivo o per l’altro. Alcune ricordano degli aspetti precisi della nostra storia. Poche, come la Fiat 1100 raccontano così tante storie dell’Italia, dalla fine degli anni 30 alla fine dei 60. La 1100 nacque da una costola della Fiat 508C, la Nuova Balilla 1100 e venne soprannominata “musone” per l’imponente calandra. La Fiat 508 C fu introdotta per la prima volta nel 1937, alimentata da un motore a 4 cilindri da 1.089 cc, invece del precedente da 1 litro della Balilla. La potenza aumentava di un terzo, a 32 CV a 4.000 giri/min. All'epoca, il suo comfort, la sua maneggevolezza e le sue prestazioni erano prodigiose, il che la rendeva "l'unica auto per la gente che era anche l'auto per un pilota". Insolite per un'auto a basso prezzo del tempo erano le sospensioni anteriori indipendenti. Nel 1939 l'auto subì un rifacimento del muso e diventò la Fiat 1100, qualche volta conosciuta “retrospettivamente” come 1100 A per distinguerla dai modelli seguenti. L'auto aveva ricevuto una griglia più alta e più definita, che gli valse il soprannome popolare di 1100 “musone”: con barre orizzontali cromate, le tre superiori estese all'indietro su aperture a forma di finestra su ciascun lato del cofano motore, ridisegnato. I tipi di carrozzeria disponibili erano sei, tutti derivati dal modello precedente: berlina, berlina cabriolet, decappottabile, berlina sportiva, passo lungo e taxi. Nessun cambiamento significativo venne apportato alla meccanica dell'auto. Dopo la seconda guerra mondiale, nel 1948, la 1100 ricevette alcuni aggiornamenti meccanici e negli interni e fu ribattezzata 1100 B. Il motore 1100 B, rivisto, produceva 35 hp a 4.400 giri/min, grazie a più grandi collettori di aspirazione e scarico e ad un carburatore più grande. All'interno, un nuovo volante e una nuova strumentazione. La 1100 B era disponibile come berlina, passo lungo e taxi. Un totale di 25.000 esemplari fu realizzato tra il 1948 e il 1...

Note Specialistiche

La 1100 fu un’auto popolare, l’auto “media” degli italiani per eccellenza, traghettandoli dalla Balilla alla modernità. Nata tranquilla, si trovò ad avere un DNA sportivo e corse, come in questo caso con successo. Questo esemplare, perfettamente restaurato ci riporta ai suoi fasti, alla sua partecipazione alla Mille Miglia nel 1950 e può rifarlo, essendo facilmente iscrivibile ad una delle attuali rievocazioni Mille Miglia.

Contatta il dipartimento

automotive@finarte.it 02 33638028 Scrivici su Whatsapp

Condition report

Per richiedere un condition report contattare automotive@finarte.it Il dipartimento fornirà un rapporto generale sullo stato del bene sopra descritto. Si ricorda però che quanto dichiarato da Finarte rispetto allo stato di conservazione dei beni corrisponde unicamente a un parere qualificato e che i nostri esperti non sono restauratori professionisti. Per una relazione dettagliata consigliamo quindi di rivolgersi a un restauratore di vostra fiducia. Si consiglia ai potenziali acquirenti di ispezionare ogni lotto per accertarsi delle condizioni durante le giornate di esposizione come indicato in catalogo.