1000 Finarte / Asta di automobili

Brescia, lunedì 13 maggio 2019

251

1951 Fiat 1400 (Fiat)

Telaio no. 101*021597* - Motore no. 101.000*023148*

  • Eleggibile Mille Miglia.
  • Eccezionale esemplare di Fiat 1400, targa oro ASI.
  • Molti, rari accessori d’epoca.
  • Matching numbers.
  • Targhe d’origine.

Certificati ed Attestati
Fiva, ASI.
DocumentiImmatricolazione e targhe italiane in ordine e aggiornate.
EleggibilitàMille Miglia. Eleggibile. Giro di Sicilia. Eleggibile.Targa Florio. Eleggibile.Goodwood Revival. Eleggibile.-Rallye Monte-Carlo Historique. Eleggibile
Coppa d’Oro delle Dolomiti. Eleggibile.Vernasca Silver Flag. Eleggibile.California Mille: Eleggibile.Nürburgring Classic. Eleggibile.


Venduto € 27.440,00

  • Aggiungi ai preferiti

Provenienza

Il modello

La 1400 venne fabbricata dalla Fiat tra il 1950 e il 1958. Presentata nel 1950 al Salone di Ginevra, fu il primo modello Fiat del dopoguerra e venne offerto con struttura monoscocca. La Fiat 1400, con motore a benzina, era alimentata da un quattro cilindri in linea da 1,395 cc (85,2 Cu-pollici). Motore che respirava attraverso due valvole in testa per cilindro e produceva 50 hp a 4.600 giri/min. Era in grado di generare una coppia di 85 N-m (63 ft-lb) a 3.400 rpm. Sebbene la curva di coppia non fosse piatta, poteva comunque generare 75 N-m a circa 1.550 giri/min. La potenza veniva trasferita alle ruote posteriori attraverso una scatola del cambio manuale a 4 marce. Il motore della 1400 poteva spingere i 1.490 kg (3.285 lb) dell’auto ad una velocità massima di 125 km/h (78 mph). La Fiat aveva dotato l’auto di proporzioni piuttosto grandi secondo gli standard europei. La vettura era lunga 4.305 mm (169.5”), larga 1.655 mm (65.2”) e alta 1.550 mm (61”). È stata prodotta dalla SEAT in Spagna e dalla Zastava in Jugoslavia.

L’auto

La Fiat 1400, telaio no. 021597, è un esemplare del 1951. L’esemplare è appartenuto a Pietro Alaleona, fratello di Domenico Alaleona, noto e influente compositore e musicista di inizio ‘900. La Fiat 1400 è stata una vettura molto amata all’epoca, considerata l’auto della borghesia più solida o di chi vi aspirava, quindi simbolo di benessere concreto. In seguito sottovalutata: i collezionisti le hanno spesso preferito modelli di vettura più sportivi o esotici. È stata rivalutata negli ultimi anni per le grandi qualità di comfort ed affidabilità, doti utili nelle gare rievocative di lunga durata, come la stessa Mille Miglia. Il telaio no. 021597 si presenta in uno stato di pura eccellenza, per il tipo di vettura ed in assoluto. L’esemplare è matching numbers, ha targa originale AP12490, fiche FIVA e targa oro ASI. È stata oggetto di un restauro recente di carrozzeria e ad una revisione completa delle parti meccaniche, monta ancora le frecce a bacchetta elettromeccaniche funzionanti, ha impianto di scarico nuovo e molti e rari accessori dedicati dell’epoca, come il parasole esterno sul parabrezza, verniciato in tinta, i deflettori para-spifferi ai 4 finestrini, lo stemma “I” (Italia) in metallo, la predisposizione per il portapacchi. Infine, la bellissima autoradio Autovox su misura per il modello, a valvole con finitura in bachelite chiara e manopole a contrasto. L’auto, negli ultimi anni ha partecipato a diversi eventi e al Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche nel 2016. Una Fiat 1400 davvero molto bella.

Stato dell’Arte: Restauro recente di carrozzeria e revisione completa delle parti meccaniche.


Bibliografia

  • Dante Giacosa, I miei 40 anni di progettazione alla Fiat, Centro Storico Fiat, Torino 2014.


Contatti

Automotive

Via Paolo Sarpi, 6 - milano
Tel: 02 33638028