133 di 240 lotti

Fotografia

mercoledì 17 marzo 2021 • Milano

133

Abramovic / Ulay

(1976 - 1988)

Relation in space, 1976

Diritto di seguito

Stima

€ 1.000 - 1.200

Lotto venduto

€ 2.304

I prezzi di vendita comprendono i diritti d'asta

Informazioni

Stampa vintage alla gelatina ai sali d'argento a cura di Jaap De Graaf
cm 18,3 x 24 (cm 17,7 x 23,5 immagine)
Titolata e datata a penna blu al verso
Nel 1976 alla Biennale di Venezia la coppia non solo artistica costituita da Marina Abramović e Ulay (nome d‘arte di Frank Uwe Leysiepen) presenta questa sua prima importante performance. Correndo, lanciano con violenza i loro due corpi carichi di energia maschile e femminile l’uno contro l’altra per dare origine a un terzo corpo energetico che battezzano Quel sé. È l’esempio del loro agire estremo, che caratterizza l’arte performativa, dell’uso intensissimo del corpo caro alla Body Art, della loro convinzione profonda che stabilisce, per dirla con Ulay, che “l’estetica senza etica è cosmetica”.  
Opera accompagnata da copia di lettera a Gillo Dorfles firmata Ulay Marina

Bibliografia

M. Abramović, Attraversare i muri, un’autobiografia, Bompiani, Milano, 2016, p. 105

Contatta il dipartimento

fotografia@finarte.it 02 33638026 Scrivici su Whatsapp