Quali sono le auto più desiderate dai collezionisti?

È molto difficile capire quale sono o saranno le auto su cui puntare e investire le proprie finanzeMa è possibile, tramite degli strumenti che raccolgono i dati delle aste, capire quali sono le vetture più desiderate. 

Abbiamo pensato per voi a una lista delle auto più desiderate in assoluto (escludendo automobili con valori milionari!) e di riproporvi alcuni dei lotti più interessanti delle nostre ultime aste.

1962 Alfa Romeo Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale (Bertone), telaio no. AR 101.20*00687*- motore no. AR101.20*01280*
Padova Finarte – Automobili da Collezione, 25 ottobre 2019

Iniziamo con la lettera A di Alfa Romeo, la casa milanese gode di molti appassionati in tutto il mondo, e oggi uno dei modelli più desiderati è l’Alfa Romeo GTA, famosa soprattutto sui campi di gara; seguita dalla Giulietta SS disegnata da Scaglione e per finire la SZ, versione speciale con carrozzeria di Zagato, la SZ nata nel 1989, ha visto il proprio valore triplicare nel corso degli anni, a detta di molti è l’Alfa Romeo su cui puntare.

Il nostro consiglio: Alfetta GTV 2.5 con lo splendido 6 cilindri Busso.

1960 BMW BMW 250 (BMW), conosciuta come “Isetta”, telaio no. 463235
Padova Finarte – Automobili da Collezione, 25 ottobre 2019

B come BMW, la casa bavarese si sta affermando molto con i modelli anni ‘80 e’90, ma tra le più desiderate non possiamo non citare la Z8, interprete nel film di 007 “Il mondo non basta”. Ma non aspettatevi sempre supercar e sportive di grido, una delle BMW più desiderate oggi è l’Isetta, una microcar degli anni ‘50 con porta d’accesso frontale e motore  monocilindro derivato da una moto; segue un grande classico della casa tedesca: la M3, apprezzata soprattutto nella prima serie e nelle rare versioni speciali. E per finire la M3 CSL (E46) versione ancora più sportiva della M3 che sta avendo molto interesse.

Il nostro consiglio: BMW M3 CSL, al fascino del tetto in fibra di carbonio resistono in pochi.

1993 Ferrari Ferrari 512 TR (Pininfarina), telaio no. ZFFLA40B000096465 – motore no. F113D040*33745*
Padova Finarte – Automobili da Collezione, 25 ottobre 2019

F come Ferrari, se trascuriamo il valore e successo (enorme) con i modelli degli anni ‘50 e ‘60. Oggi le Ferrari più richieste sono una immersione negli anni ‘80 a iniziare dalla Testarossa, il cui mercato, “impazzì” tra il 2013-’17 con tantissimi modelli aggiudicati, tra cui l’unico esemplare spider appartenuto (e voluto) da Gianni Agnelli. Grazie anche al successo con Tom Selleck nel telefilm Magnum P.I., la Ferrari usata nella seria, la 308 GTS, oggi è il desiderio di molti collezionisti. Un altro modello degli anni ‘80 che ha avuto un’impennata d’interessi negli ultimi anni è la 328 GTS.

Il nostro consiglio: Ferrari F355 serie Fiorano.

F come Ford, le auto del grande ovale blu sono soprattutto legate alle gare: a iniziare dalla Ford Lotus Cortina, la veloce berlina inglese è tra le più desiderate dai collezionisti, che sono disposti a spendere fino a € 200.000 (su € 75.000 di valore medio) per un esemplare del campione Jim Clark. Un’altra auto marchiata Ford che si sta facendo apprezzare è la Escort RS 1.6 riportata in auge di recente in un film della saga di Fast and Furious, la “scuderia” Ford si conclude con la Ford Capri“l’auto che ti sei sempre promesso”, così recitava la campagna pubblicitaria agli inizi degli anni ‘70.

Il nostro consiglio: Ford Lotus Cortina, controllate bene il palmarès potrebbe riservare delle sorprese.   

H come Honda, quando si parla di auto da collezione si sentono pochissimo i marchi giapponesi, Honda si sta ritagliando un mercato grazie alla NSX sviluppata da Ayrton Senna e disegnata dalla Pininfarina nel ‘84. L’automobile venne prodotta per oltre 10 anni con vari aggiornamenti, e delle serie speciali destinate a Giappone e USA tra cui quella dedicata a Alex Zanardi. Per anni ignorata, oggi la veloce supercar giapponese sta raccogliendo molto interesse tra appassionati e collezionisti, tutti alla ricerca di quella di Senna, che ne possedeva una in Brasile di colore nero.

Il nostro consiglio: Honda NSX R

1974 Porsche 911 S 2.7 Targa, telaio no. 9114310381, motore no. 6341074
Automotive: Finarte 2020 Selection + 1000 Finarte, Online, 28 – 30 ottobre 2020

P come Porsche, un altro marchio su cui investire, assieme a Ferrari è la casa automobilistica che ha più interesse. L’interesse delle Porsche in pratica è in parallelo con gli anni di produzione, le prime 911 prodotte, le cosiddette serie 0, sono le più desiderate, possederne una, significa avere la “prima Porsche”, poi l’interesse segue le evoluzioni negli anni della 911. Bisogna ricordarsi delle numerose versioni a serie limitata, in alcuni casi anche meno di 20 esemplari, che dalla fine degli anni ‘70 hanno caratterizzato la produzione Porsche fino alla gamma 991 e sono oggetto di culto tra i collezionisti.  

Il nostro consiglio: Porsche 911 3.2 Jubiläumsmodell, firmata da Ferdinand Porsche sui poggiatesta.  


Vendi con noi

Il dipartimento di Automotive seleziona automobili d’interesse collezionistico che spaziano dalle ancêtre alle youngtimer. I nostri esperti sono disponibili per valutazioni gratuite e riservate su appuntamento. Per chi volesse la massima discrezione, Il Dipartimento di Automotive offre inoltre un servizio di Private Sales.

Notizie relative