Arte Africana: una prestigiosa collezione svizzera

Milano, mercoledì 14 ottobre 2020

8

Dan, regione di Man (Costa d’Avorio)

Legno a patina nera brillante
H 57 cm

Cucchiaio a figura femminile.
Questo esemplare - un capolavoro di equilibrio e fantasia - è costituito dalla pala concava che rappresenta la testa di una figura umana sostenuta da un corpo stilizzato privo delle braccia. Il tronco mostra seni abbondanti e ombelico prominente, le gambe ben modellate e rifinite fino ai piedi completano la figura. Tutto il corpo è impreziosito da anelli in rilievo. Le rappresentazioni dei cucchiai, per la genialità delle soluzioni che gli scultori africani hanno trovato, costituiscono un insieme organico di opere d’arte entrate a pieno titolo nelle grandi collezioni e nei musei del mondo.

Venduto € 14.760,00

  • Aggiungi ai preferiti

Provenienza

- Antica collezione George F. Keller (Berna) (Inv. G.F.K. 36);
- Ex collezione Paolo Morigi (Lugano);
- Ex collezione privata (Lugano);


Esposizione

- Berna 1980, Musée des Beaux Arts;
- Lugano 2002, Palazzo Riva, Banca Svizzera Italiana (BSI);


Bibliografia

Esemplare riprodotto in:
- MORIGI PAOLO “Raccolta di un amatore d’arte primitiva” Magliaso, Lugano & Kunstmuseum Berna, Svizzera 1980, tav. 120, pag. 117;
- VENTURI LUCA M. “Anime antiche, arte negra, da una raccolta di sculture dell’Africa occidentale” Banca BSI, Lugano 2002, tav. 15;

- FISCHER EBERHARD & HIMMELHEBER HANS “Die Kunst der Dan” Rietberg Museum Zurich 1976, pagg. 156 - 168;
- FALGAYRETTES CHRISTIANE “Cuillers Sculptures” Fondation Dapper Paris 1991, pagg. 72 - 88;



I gruppi Dan, Baulé, Guro, Senufo, Koulango, ecc., che vivono nella savana sub-tropicale della Costa D’Avorio, Liberia e Guinea, hanno sviluppato un’economia di sussistenza basata sul raccolto dei cereali e del riso. I loro scultori hanno realizzato singolari cucchiai dalle forme originali. Alcuni esemplari sono delle opere d’arte per la genialità delle soluzioni. Per questi gruppi il cucchiaio ha assunto anche il significato di un oggetto di culto utilizzato nelle cerimonie organizzate in determinati periodi per propiziare la fertilità dei campi o per festeggiarne i raccolti. Ad esempio, presso i Dan, gruppo di coltivatori insediati nella foresta del nord-est della Liberia, nelle regioni limitrofe della Costa D’Avorio e della Guinea, il cucchiaio è un oggetto che appartiene alle donne anziane che lo utilizzano in occasione della raccolta collettiva del riso per lanciare sui presenti, in segno di abbondanza, la prima porzione di riso ottenuta con il raccolto. L’agricoltura è un’attività femminile ed i cucchiai di grandi dimensioni appartengono alle donne magnanime e generose che hanno fama di poter nutrire e ospitare alla loro tavola un quartiere o un intero villaggio. Esse si dedicano alla coltivazione del riso e con altre collaboratrici, dopo un intenso lavoro nei campi, ottengono grandi quantità di raccolto. Questi cucchiai di legno rappresentano per le donne ciò che le maschere rappresentano per gli uomini: delle manifestazioni di spiriti che permettono a certi individui di ricoprire un ruolo preciso nella loro società tribale.


Contatti

Arte Africana

Via Paolo Sarpi, 6 - milano
Tel: 02 3363801