Arte Africana: una prestigiosa collezione svizzera

Milano, mercoledì 14 ottobre 2020

51

Kota (Gabon)

Lama in acciaio forgiato, impugnatura avvolta con piattina di rame
H 34 cm
Coltello rituale.
Nome Kota: Osele o Musele
Nome Fang : Onzil
E’ un’arma dei Kota ma, in forme simili, è stata realizzata anche dai Fang. La sua funzione è associata ai riti d’iniziazione dei giovani che, durante la cerimonia della loro circoncisione, brandiscono l’arma che diventa il simbolo della loro maturità.La forma di questo coltello ricorda la testa di un uccello dove il triangolo ritagliato costituisce l’occhio. La sua origine forse si ricollega ai coltelli da lancio a sperone diffusi nel Ciad, nel medio corso del fiume Sangha e nell’Alto Ubangi.

Venduto € 3.198,00

  • Aggiungi ai preferiti

Provenienza

- Ex collezione Paolo Morigi (Lugano) (Etichetta inv. Morigi n° 447);
- Ex collezione privata (Lugano);


Esposizione

- Lugano 2002, Palazzo Riva, Banca Svizzera Italiana (BSI);


Bibliografia

Esemplare riprodotto in:
- VENTURI LUCA M. “Anime antiche, arte negra, da una raccolta di sculture dell’Africa occidentale” Banca BSI, Lugano 2002, tav. 40a;

- FISCHER WERNER & ZIRNGIBL MANFRED A. "Afrikanische Waffen" Passau 1978, pag. 187, fig. 343;
- FELIX MARC LEO “Kipinga: Throwing-Blades of Central Africa” Munchen 1991, pagine 186 - 191;
- PERROIS LOUIS “Art ancestral du Gabon dans les collections du Musée Barbier-Mueller” Genève 1985, pagg. 62, 63 e 187 (Osele, Musele, Onzil);
- ELSEN JAN “Les haches à tete d’oiseau. Société secrète et rites d’initiation”. Su Arts & Cultures 2020, Genéve, pagg. 152-157;



Contatti

Arte Africana

Via Paolo Sarpi, 6 - milano
Tel: 02 3363801