Libri, Autografi e Stampe

Roma, giovedì 20 giugno 2019


59

Genova - Banco di San Giorgio

Leggi delle compere di S. Giorgio dell'ecc.ma rep.ca di Genoua, riformate l'anno 1568 . Distinte in tre libri, 1568

Genova, Antonio Bellone, 1568. In 2°. Al frontespizio vignetta xilografica con S. Giorgio ed il drago, eleganti capilettera ornati xilografici, poche carte con leggera brunitura ed aloni di umidità, legatura originale in pergamena floscia con il titolo manoscritto lungo il dorso ed al taglio inferiore, qualche macchia. Nota di possesso al frontespizio.


La Casa delle compere e dei banchi di San Giorgio è forse l’istituzione genovese più conosciuta a livello mondiale. Durante i quattro secoli della sua esistenza (1407-1805) ha combinato alcune prerogative proprie dello stato (fiscalità, debito pubblico, sovranità territoriale) con l’esercizio di un’attività finanziaria iniziata nel 1408 con un banco pubblico di deposito, giro e credito, che fu il primo del suo genere aperto in Italia. Compera è il nome della forma particolare assunta a Genova dal debito pubblico.  Le leggi di S.Giorgio del 1568 prescrivevano che il Sindaco o Cancelliere delle Compere dovesse essere scelto tra i Notai collegiati a Genova. A lui “veniva affidata la custodia dei registri dei privilegi, regolamenti, contratti, ragioni e leggi delle Compere, nonché la chiave della 'Sacrestia' ossia Cassa; doveva inoltre trovarsi presente a tutte le estrazioni e depositi di denari nella stessa”.


Venduto € 875,00

  • Aggiungi ai preferiti

La Casa delle compere e dei banchi di San Giorgio è forse l’istituzione genovese più conosciuta a livello mondiale. Durante i quattro secoli della sua esistenza (1407-1805) ha combinato alcune prerogative proprie dello stato (fiscalità, debito pubblico, sovranità territoriale) con l’esercizio di un’attività finanziaria iniziata nel 1408 con un banco pubblico di deposito, giro e credito, che fu il primo del suo genere aperto in Italia. Compera è il nome della forma particolare assunta a Genova dal debito pubblico.  Le leggi di S.Giorgio del 1568 prescrivevano che il Sindaco o Cancelliere delle Compere dovesse essere scelto tra i Notai collegiati a Genova. A lui “veniva affidata la custodia dei registri dei privilegi, regolamenti, contratti, ragioni e leggi delle Compere, nonché la chiave della 'Sacrestia' ossia Cassa; doveva inoltre trovarsi presente a tutte le estrazioni e depositi di denari nella stessa”.


Contatti

Libri, Autografi e Stampe

Piazza SS. Apostoli, 80 - roma
Tel: 06 87765672