6 dicembre 2017

Prima asta di Gioielli e Orologi di Finarte, venduto circa il 60% dei lotti, tra gioielli, orologi e argenti.

L’asta di Gioielli e Orologi, primo appuntamento di Finarte per questo settore, ha totalizzato quasi 700.000 €*, vendendo circa il 60% dei lotti in asta.

Ottimo l’inizio d’asta: il 90% dei lotti della prima tornata hanno quasi tutti superato le stime minime, triplicando in alcuni casi la stima massima come il bracciale napoletano in oro (lotto 58) aggiudicato a 2.250 €, o l’anello in smeraldo e diamanti (lotto 165) aggiudicato a 1.750 €.

Tra gli highlights ci sono sicuramente i risultati dei diamanti che hanno confermato le stime: il lotto 576, anello con diamante di ct 6,51, aggiudicato a 28.270 €, il lotto 578, anello con diamante di ct 6,08 aggiudicato a 40.000 € ed infine il lotto 579, un importante diamante di ct 13,70, aggiudicato a 105.000 €.

ANELLO IN PLATINO E DIAMANTE CT 13,70 / Aggiudicazione: € 105.000




Registriamo i buoni risultati delle curiosità da collezione, quali un set da manicure in oro di Lorenzi (lotto 222) aggiudicato alla stima massima e una fibbia in oro con dollaro americano (lotto 221) aggiudicata a 1.250 € partendo da una stima minima di 550 €. Ottimo risultato anche per la coppia di candelabri a otto luci in argento (lotto 225) aggiudicata a 5.000 €, praticamente quintuplicando la stima minima.

Per quanto riguarda la sezione degli orologi, ottimi i risultati per le pendole, vendute per il 90%. Eccellenti aggiudicazioni anche per il lotto 314 (Rolex president Day-Date) aggiudicato a 15.000 euro, il lotto 238 (Patek Philippe con portaorologio da scrivania in argento) aggiudicato a 1.375 € e per l’orologio da tasca da donna di Cartier (lotto 278) aggiudicato a 2.500 €.

Rolex president Day-Date / Aggiudicazione: € 15.000




Interessanti risultati anche per i pezzi d’epoca in catalogo, risalenti al XIX secolo, e alla prima metà del XX secolo, di produzione italiana e straniera tra cui una spilla in oro e diamanti del XIX secolo (lotto 429) aggiudicata a 1.875 €, e un anello in oro e diamanti degli anni ’20 (lotto 430) aggiudicato a 1.125 euro partendo da una stima minima di 200 €.

Tra i lotti provenienti dagli atelier che hanno scritto la storia della gioielleria italiana, un buon risultato è stato raggiunto dal lotto 519, anello firmato Buccellati in zaffiro e diamanti, che ha quintuplicato la stima minima ed è stato aggiudicato a 4.750 € e dal lotto 348, anello in oro e diamanti di Damiani, aggiudicato a 1.250 €.


RISULTATI COMPLETI DELL'ASTA DI GIOIELLI E OROLOGI



*Tutte le cifre indicate includono il buyer’s premium. I listini delle aggiudicazioni sono disponibili sul nostro sito internet