29 novembre 2017

Boccioni accende l’asta di Arte Moderna e Contemporanea di Finarte

Venduto il 60% dei lotti per circa 1,5 milioni di euro di valore.

L’asta autunnale di Arte Moderna e Contemporanea di Finarte si è chiusa con il 60% di lotti venduti per un valore di 1,46 milioni di euro*. 

I risultati dell’asta di Arte Moderna e Contemporanea hanno confermato l’interesse dei collezionisti per il mercato di opere su carta di qualità.

Nell’asta del 27 novembre una penna su carta di Umberto BoccioniStudio per testa + casa + luce (la madre), 1912, è stata aggiudicata a 99.000 euro, quintuplicando la stima massima e realizzando il record per uno studio preparatorio del maestro. Sempre dalla stessa collezione privata milanese, continuano gli ottimi risultati per Umberto Bocconi: Autoritratto, pastello su carta 1909 - 1910 ha superato di gran lunga la stima massima raggiungendo 47.500 euro e Due vecchie sedute, 1907, pastello su carta aggiudicato a 45.000 euro.

UMBERTO BOCCIONI - "Studio per Testa - casa - luce (La madre)", 1912 / Aggiudicazione: € 99.000



Si segnalano anche gli eccellenti risultati delle cinque acqueforti di Giorgio Morandi, provenienti da una stessa collezione privata lombarda: 4 lotti su 5 sono stati aggiudicati sopra la stima massima.

Tra le opere su carta meritano una menzione anche i disegni di Fausto Melotti, lotti 1, 5 e 113, con aggiudicazioni che hanno duplicato le stime massime, l’opera di ModiglianiSenza titolo del 1914, aggiudicata a 21.250 euro, lo Studio per Manifesto di Mario Sironi, le tre matite su carta di Osvaldo Licini e il bel nudo di Lucio Fontana aggiudicato a 9.375 euro.

Ottimo risultato anche per l’opera di Carlo Carrà Il pagliaio, 1927, olio su tela aggiudicato a 75.000 euro confermando la stima.

CARLO CARRÀ - "Il pagliaio", 1927 / Aggiudicazione: € 75.000



Sogno rosa per Balla, 1965, smalto e grafite su tela di Mario Schifano, omaggio all’artista futurista Giacomo Balla, è stato aggiudicato a 99.000 euro.

Ottime anche le aggiudicazioni delle due gommapiuma di Giulio TurcatoSenza titolo, 1969, aggiudicata a 16.875 euro e Superficie Lunare, inizi anni ’80 aggiudicata a 36.250 euro.

Per l’Arte Contemporanea, particolare attenzione merita Turbina, 1986 di Stefano Arienti che ha realizzato il record per l’artista, quintuplicando la stima minima e chiudendo a 25.000 euro. Infine, si registrano buoni risultati anche per Titina Maselli, Alfredo Chighine che ha raddoppiato la stima massima, Sergio Lombardo, Luciano Fabbro aggiudicato a 21.875 euro, Luigi Veronesi, Vincenzo Agnetti, Giuseppe Santomaso, Carlo Mattioli e i tre Roberto Crippa storici veduti sopra le aspettative.

STEFANO ARIENTI - "Turbina", 1986 / Aggiudicazione: € 25.000






RISULTATI COMPLETI DELL'ASTA DI ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA



*Tutte le cifre indicate includono il buyer’s premium. I listini delle aggiudicazioni sono disponibili sul nostro sito internet